venerdì 29 aprile 2011

IL NUOVO ORDINE MONDIALE ALL’ ATTACCO DELL’ ISLAM

Palpitante alla fine del 2010 e ormai in ebollizione dal 2011, il mondo musulmano conosce dei cambiamenti che hanno preso di sorpresa le diplomazie di tutti i continenti. Manifestazioni di massa scuotono le strutture politiche ereditate dalla Seconda Guerra mondiale o dalla decolonizzazione. In un contesto di povertà diffusa e di corruzione generalizzata, le folle sunnite e sciite esigono cambiamenti radicali. Democrazia, elezioni libere, una maggiore libertà dei media ed altri elementi propri allo sviluppo dell’uomo devono ormai disciplinare le strutture politiche musulmane. Tali rivendicazioni non possono che soddisfare i leaders e le opinioni pubbliche delle nazioni europee e americane...

CARABINIERI EUROPEI CON LICENZA D' UCCIDERE

DI ALESSIO MANNINO
ribelle.com

Praticamente non ne ha parlato nessuno. Praticamente la ratifica di Camera e Senato è avvenuta all’unanimità. Praticamente stiamo per finire nelle mani di una superpolizia dai poteri pressoché illimitati. Che sulla carta è europea, ma che nei fatti è sotto la supervisione statunitense. Tanto è vero che la sede centrale si trova a Vicenza, la stessa città dove c’è il famigerato Camp Ederle delle truppe USA
Alzi la mano chi sa cos’è il trattato di Velsen. Domanda retorica: nessuno. Eppure in questa piccola città olandese è stato posto in calce un tassello decisivo nel mosaico del nuovo ordine europeo e mondiale. Una tappa del processo di smantellamento della sovranità nazionale, portato avanti di nascosto, nel silenzio tipico dei ladri e delle canaglie.
Il Trattato Eurogendfor venne firmato a Velsen il 18 ottobre 2007 da Francia, Spagna, Paesi Bassi, Portogallo e Italia. L’acronimo sta per Forza di Gendarmeria Europea (EGF): in sostanza è la futura polizia militare d’Europa. E non solo. Per capire esattamente che cos’è, leggiamone qualche passo...

TACCHINI E SOMARI

Anche le bombe sono intelligenti se paragonate alla nostra classe dirigente. Gli ordigni sbagliano di qualche metro, i nostri governanti di qualche secolo. Le prime si fanno sentire senza troppe chiacchiere, i secondi fiatano a vanvera strozzando la verità con una fraseologia ipocrita e vergognosa. Così ci tocca pure raccogliere lo sdegno del Ministro degli Esteri Frattini, un’aquila della diplomazia che del pennuto ha solo il cervello, il quale in barba a qualsiasi principio democratico si dice seccato per un eventuale voto del parlamento sui raid dei jet italiani contro la Libia. Tutto previsto dalla risoluzione ONU 1973 afferma Frattini, mentre il Ministro della Difesa La Russa, un altro strano animale con la raucedine dei felini e la sveltezza di mente dei somari, prega la stampa di non chiamare bombardamenti gli interventi chirurgici che i nostri piloti stanno per compiere sul Paese Nordafricano. In pratica, noi italiani mandiamo i chirurghi nell’aria e i soldati nelle sale operatorie. Sarà per questo che le guerre ci vengono male...

giovedì 28 aprile 2011

AMALGAMA E MERCURIO: UNA LUNGA CONTROVERSIA VERSO IL CHIARIMENTO DEFINITIVO

La storia insegna che le istituzioni avviano le politiche necessarie a proteggere dalle intossicazioni croniche di sostanze nocive, solo quando ci sono state ormai numerose vittime. E’ accaduto, per esempio, con il fumo di sigaretta o con l’amianto. Secondo molti, anche l’amalgama, usata per le otturazioni dentali, deve essere messa immediatamente al bando. Da anni, infatti, si è aperta una controversia tra alcuni scienziati, che ne hanno dimostrato la pericolosità, e gli organismi scientifici di controllo, che continuano a sostenere il contrario.
L’American Dental Association e la Food and Drug Administration, per esempio, ritengono che l’amalgama sia un materiale privo di qualsiasi controindicazione tossica. L’Organizzazione Mondiale della Sanità nel 1997 ha ribadito che “tali restauri dentali sono sicuri, anche se alcuni dei loro componenti potrebbero, in rari casi, provocare effetti collaterali locali o reazioni allergiche”...

LA VERITA' SULLE CASE FARMACEUTICHE

Marcia Angell, direttrice per oltre vent'anni del New England Journal of Medicine.

Recensione/presentazione del suo libro "La verità sulle case farmaceutiche" (Truth About The drug Companies). 

Recentemente il senatore repubblicano Charles Grassley, membro della commissione Finanze del Senato, ha avviato un' indagine finanziaria sui legami tra l'industria farmaceutica, i medici ed il mondo accademico, che in gran parte influiscono sul prezzo di mercato dei farmaci da prescrizione.
Egli non ha avuto molte difficoltà a trovare riscontri.
Prendiamo il caso del Dr. Joseph L. Biederman, professore di psichiatria presso la Harvard Medical School e direttore dell'Istituto di Psicofarmacologia pediatrica presso il Massachusetts General Hospital di Harvard. A lui si deve in larga misura se a bambini di due anni è stata fatta diagnosi di disturbo bipolare" e se sono stati trattati con un potente cocktail di farmaci, molti dei quali mai approvati per tale patologia dalla Food and Drug Administration (FDA) e nessuno dei quali autorizzato per minori di dieci anni...

mercoledì 27 aprile 2011

TRIVELLE SICULE, POLLI EMOZIONALI E REFERENDUM NUCLEARI

di Ringhio

Giusto ieri il Premier Silvio Berlusconi ha parlato del referendum nucleare in termini che hanno fatto indignare la stampa di mezza Italia.
Abbiamo assistito a scene da commedia teatrale degne del miglior De Filippo quando “l’opposizione”, appresa la notizia delle parole di mister B. ha gridato allo “scippo nucleare”, adoperandosi immediatamente per preparare un bel ricorso in Cassazione per fermare il Silvio Atomico.Mai sinistra fu così tempestiva.
Ma cosa ha detto di tanto aberrante Berlusconi?Vediamo un pò:

«Gli accadimenti giapponesi hanno spaventato i cittadini, è emerso nei sondaggi che facciamo normalmente» e il referendum avrebbe cancellato il nucleare, ha spiegato il premier, aggiungendo che «fra uno o due anni l’opinione pubblica sarà consapevole della necessità di tornare all’energia nucleare, un destino ineluttabile», fermata negli anni ‘70 «dall’ecologismo di sinistra»...

martedì 26 aprile 2011

LA PERFETTA IMPERFEZIONE SISTEMICA

Viator

Un giorno una rondella collocata sul banco di un orologiaio si mise a protestare: "Non ne posso più! Tutti i giorni la stessa vita grama, faticosa, ripetitiva! Girare, sempre girare, sempre allo stesso ritmo e  velocità. Girare con le altre rondelle. Chi più lenta, chi più veloce, chi in un senso chi nell'altro, ma solo e sempre girare! Ti sembra una bella vita? Una vita dignitosa? Questo sistema è insostenibile, ma tu che sei pagato per mantenere noi rondelle in perfetta salute non muovi un dito per cambiarlo! Orologiaio, devi fare qualcosa!"

L'orologiaio, che quel giorno era in vena di chiacchiere, rispose alla rondella. "Cara mia, forse questo sistema sembrerà difettoso a te che ci vivi dentro e contribuisci al suo funzionamento, ma i fruitori dell'orologio, che si avvalgono delle mie competenze per mantenerlo efficiente, lo trovano impeccabile; perfettamente funzionante. Ah, e per inciso, il mio ruolo non è quello di perseguire il tuo benessere, ma di assicurarmi che il meccanismo di cui fai parte conservi la sua puntualità ed efficienza nel tempo"...

I PACIFISTI A INTERMITTENZA: DARIO FO, FRANCA RAME E UNA "SINISTRA" GUERRAFONDAIA


Di Alessio Mannino

Effetti collaterali della guerra in Libia: qui in Italia esplodono le contraddizioni e le ipocrisie sia della maggioranza che dell’opposizione, in un riposizionamento generale che sconfina nel grottesco. E tra le file dei sostenitori dei missili occidentali contro Gheddafi ecco spuntare persino Dario Fo e Franca Rame
 Pure i pacifisti a targhe alterne ci tocca vedere. Il pacifismo è un innaturale benché coerente principio che ha la sua origine filosofica in Kant e si è affermato in Occidente durante la Guerra Fredda sotto il potente ricatto della bomba atomica, l’arma definitiva capace di distruggere l’umanità...

lunedì 25 aprile 2011

PROPAGANDA: SE LA CONOSCI LA EVITI

Che ci piaccia o no tutti, nessuno escluso, siamo condizionati dalla propaganda, e molto spesso quelle che consideriamo le nostre opinioni ci sono state in realtà costruite addosso da altri. I nostri atteggiamenti e il nostro modo di vedere le cose sono spesso il frutto di una manipolazione incessante, di cui non abbiamo alcuna percezione cosciente.
La propaganda non è, come molti credono, qualcosa di vago e indefinito, ma si tratta di una vera e propria scienza, con leggi e regole ben scandite. Un manuale di istruzioni, che applicato scrupolosamente fa girare il motore. Una guida che, seguita passo passo, fa ottenere le migliori prestazioni da quel motore...

domenica 24 aprile 2011

L' IMPUNITA' DI ISRAELE

di M. Freytas

Israele è il più chiaro riferimento geografico del sistema capitalista transnazionalizzato che controlla dai governi ai sistemi economici produttivi e i grandi mass media, sia nei paesi centrali come nel mondo sottosviluppato e periferico.

Lo stato ebraico, al di là della sua incidenza come nazione, è il simbolo più emblematico di un potere mondiale controllato nelle sue molle decisive da un gruppo minoritario di origine ebraica e conformato da una struttura di strateghi e tecnocrati che operano le reti industriali, tecnologiche, militari, finanziarie e mediatiche del capitalismo transnazionale esteso nei 4 punti cardinali del pianeta...

PERCHE' LA CANAPA E' STATA PROIBITA

Per quale ragione una pianta così importante come la canapa non viene ancora coltivata su larga scala? Per quale ragione non si sono ancora fatti i minimi investimenti per far partire le principali filiere del tessile e della carta?
L’economia e l’ambiente non possono più fare a meno delle materie prime alternative che solo la canapa può fornire. Inoltre la canapa è ormai indispensabile all’agricoltura come coltura da rinnovo e come alternativa “non-food” alle colture tradizionali destinate all’alimentazione, il cui mercato non può ulteriormente espandersi.

Il problema che finora ha impedito il rilancio della canapa ha un nome: “marijuana”.

Esistono diverse varietà di canapa. Ci sono quelle coltivate tradizionalmente in Europa per produrre tessuti (cannabis sativa) a basso contenuto di resina, e quelle originarie dell’Oriente ricche invece della resina contenente i cannabinoidi responsabili dell’effetto psicoattivo (cannabis indica). I cannabinoidi si trovano nella resina che impregna le infiorescenze delle piante. Il THC (tetraidrocannabinolo) è il cannabinoide più importante. Le infiorescenze ricche di THC servono per fare le “canne” o gli “spinelli” (sigarette di marijuana), che la legge considera una droga...

sabato 23 aprile 2011

20 SEGNALI DI UNA PROSSIMA TERRIBILE CRISI ALIMENTARE GLOBALE

DI ALEX JONES
theeconomiccollapseblog.com

Nel caso non l’aveste notato, il mondo è sull’orlo di un’orribile crisi alimentare globale. In un dato momento, tutto questo potrà riguardare tu e anche la tua famiglia. Potrebbe non avvenire oggi, e forse neanche domani, ma accadrà. Il tempo impazzito e i disastri naturali hanno sconvolto la produzione agricola in molte aree del globo negli ultimi due anni. Nel frattempo, i prezzi del petrolio hanno iniziato a impennarsi. L’intera economia globale è basata sulla possibilità di utilizzare enormi quantità di petrolio a basso costo per produrre economicamente il cibo e le altre merci, per poi trasportarli su vaste distanze.

Senza il petrolio a basso prezzo, i giochi cambiano. Il terreno arabile sta calando a tassi sconcertanti e i bacini acquiferi fondamentali di tutto il mondo vengono prosciugati a un ritmo folle. I prezzi mondiali del cibo hanno raggiunto i suoi massimi e continuano a salire in modo aggressivo...

IL GRANDISSIMO BUGIARDO - IL GRANDE INGANNO DELLA RIFORMA SANITARIA DI OBAMA

Come si vede, la riforma non prevede un “socialismo medico di tipo cubano”  (vale a dire pubblico e universale) ma la mera eliminazione di alcune clamorose ingiustizie. (Notare che  Cuba ha uno dei migliori sistemi sanitari del mondo, di carattere pubblico, gratuito ed universale, riconosciuto dalle Nazioni Unite, del quale ne beneficiano anche i cittadini nordamericani con scarse risorse economiche, che vanno a Cuba per essere curati).
Insomma, negli USA rimane un sistema sanitario totalmente privato, anzi ora c’è l’obbligo di stipulare una polizza assicurativa privata: http://www.repubblica.it/esteri/2010/03/22/news/questo_il_vero_cambiamento_obama_saluta_la_riforma_sanitaria-2813766/

di Pietro Ancona – 22/03/2010 - www.ariannaeditrice.it

Se qualcuno pensa che più bugiardo di Berlusconi non c’è nessuno si  sbaglia di grosso: Obama è il più grande bugiardo affabulatore e venditore di patacche per oro colato di tutti i tempi...

DEMOCRAZIA: SE FOSSE IL PROBLEMA?

La "democrazia" in Occidente è in buona salute? Ma cosa è veramente?
Il quesito sorge spontaneo se non si è tra coloro che sono ormai sopraffatti dal conformismo di ogni colore e sorta e/o dalla varie evasioni, offerte anche dalle “alternative spiritual-esoteric-benessere”, che spesso favoriscono “bolle di evasione”, anche dalla conoscenza anche di fatti della nostra realtà storica, ovvero del qui e ora comunque santificato da mode e tendenze. Ma questo è altro capitolo forse ancora più indigesto e impopolare del tema “democrazia”.
È parere diffusissimo, a mia osservazione soprattutto tra i più giovani (includo gli under 40 non solo i teenagers), che “non ci sia proprio nulla da fare. Che è cosi e non ci si può fare niente”. Questa attitudine, per me personalmente, è più sconvolgente e sconfortante del problema in sé ma ciò non cambia il fatto che sia la tendenza del presente della stragrande maggioranza...

MASS - MEDIA: MORTE DEL LIBERO ARBITRIO

La stragrande maggioranza delle persone è convinta che i mezzi di informazione (la televisione, la carta stampata...) siano al servizio del popolo e che i messaggi pubblicitari o gli enunciati degli "esperti" di turno siano a beneficio della gente. Nulla di più sbagliato, di più fuorviante, di più ingannevole. Non c'è sondaggio che risponda a verità: se 90 persone hanno detto no e 10 si mostreranno solo quelle in sintonia con il canale. In realtà tutto o quasi tutto ciò che viene dai mezzi mediatici ha alle spalle un titolare che paga per vendere il suo prodotto. Ogni ricerca ha alle spalle qualcuno che la finanzia e che vuole avere conferma della bontà del suo prodotto e se i risultati sono al 70% negativi e al 30% positivi essi mostreranno solo i positivi.


Molti programmi televisivi sono capziosamente manovrati, edulcorati, fatti di realtà inesistenti, di falsi miti, governati, voluti, gestiti, studiati a tavolino dai grandi centri di potere economico (chimico-farmaceutico, petrolifero, zootecnico, agroalimentare, politico...), dalle industrie mosse da pure motivazioni speculative...

venerdì 22 aprile 2011

ISTRUZIONE O INDOTTRINAMENTO?

di David Icke

L' "istruzione" esiste allo scopo di programmare, indottrinare e inculcare un convincimento collettivo in una realtà che ben si addica alla struttura del potere. 

Si tratta di subordinazione, di mentalità del "non posso'" e del "non puoi"  perché è questo ciò che il sistema vuole che ciascuno esprima nel corso nel proprio viaggio verso la tomba o il crematorio. 

Ciò che noi chiamiamo "istruzione" non apre la mente: la soffoca. Così come disse Albert Einstein, " l' unica cosa che interferisce con il mio apprendimento, è la mia istruzione." Egli disse anche che "l' istruzione è ciò che rimane dopo che si è dimenticato tutto quanto si è imparato a scuola " .

Perché i genitori sono orgogliosi nel vedere che i loro figli ricevono degli "attestati di profitto" per aver detto al sistema esattamente quanto esso vuole sentirsi dire? Non sto dicendo che le persone non debbano perseguire la conoscenza ma - se qui stiamo parlando di libertà - dovremmo poterlo fare alle nostre condizioni, non a quelle del sistema...

giovedì 21 aprile 2011

LA GUERRA GLOBALE DEGLI U.S.A. CONTRO IL PIANETA TERRA

UN’ANALISI DELLE FORZE ARMATE STATUNITENSI 

DI DANA VISALLI
Globalresearch.ca

Mentre ero a Kabul nel marzo di quest’anno, ho fatto una visita alla base militare USA di quella città, Camp Eggers. Sapendo che avrei avuto bisogno di un pretesto per riuscire a entrare, ho battuto a macchina una lettera dove mi offrivo di fare una presentazione della natura dell’Afghanistan, che ho studiato in passato.
Quando ci si avvicina alla base, si deve passare attrraverso un primo checkpoint, dove un Hummer coronato da una postazione-mitra sta di guardia. Dopo, ci sono cento metri di cammino da percorrere in uno stretto corridoio tra due muri anti-esplosione, alla fine del quale si arriva a un punto d’ingresso inserito nel muro...

GENOCIDIO DEI TUTSI IN RUANDA: DICIASSETTE ANNI D' IMPUNITA' NEL " PAESE DEI DIRITTI UMANI "

17 anni fa, il 7 Aprile, in Ruanda veniva perpetrato il genocidio di quasi un milione di Tutsi. Questo genocidio non sarebbe stato possibile senza l’atteggiamento passivo della comunità internazionale, ma soprattutto senza l'aiuto di una ristretta cerchia di militari francesi e leader politici dell'epoca. Mentre in Francia sono state avviate indagini giudiziarie contro i soldati francesi che hanno prestato servizio in Ruanda e contro i sospettati di genocidio che risiedono sul nostro territorio, è chiaro che nessun processo è ancora stato aperto. L'associazione Survie e il CPCR rinnovano il loro appello, affinché sia fatta piena luce sul ruolo francese nel genocidio e cessi il regno d’impunità sul territorio francese...

ALBERTO MONDINI: "IL TRADIMENTO DELLA MEDICINA"

NOTA: Segnaliamo i commenti di questo articolo, che contengono una serie di link davvero utili e interessanti. Grazie a tutti quelli che li hanno postati. (La Redazione)

QUI i link alla puntata completa di Rebus.

Intervista ad Alberto Mondini, autore di "Kankropoli" e "Il tradimento della medicina".

M.M. - Se lei dovesse presentarsi a chi non la conosce, come si definirebbe?

A.M. - Sostanzialmente, sono uno scrittore. Ho iniziato, molti anni fa, come naturopata, nel senso che mi interessavo di cure e rimedi naturali.

M.M. - Lei è medico?

A.M. - No. Non sono nemmeno laureato. Ho la maturità scientifica.

M.M. - Quindi la naturopatia non ricade fra le specializzazioni mediche?

A.M. - No, ufficialmente no. La posizione del naturopata infatti è molto controversa, nel senso che vive costantemente con questa spada di Damocle sulla testa: oggi può essere lasciato in pace, domani può essere denunciato con una scusa qualunque, dal primo imbecille che sostenga di essere stato truffato da lui...

GRUPPO BILDERBERG: UN MISTERO "QUASI" SVELATO

Massimo Gallo

Il gruppo Bilderberg nasce nel 1952 ma questo nome deriva da un evento accaduto due anni dopo in Olanda - all’Hotel Bilderberg appunto - che vide la partecipazione di un esteso numero di uomini d’affari e politici. A partire da quella data le riunioni si svolgono con scadenza annuale. Per identificare meglio i componenti del gruppo, riportiamo di seguito alcuni nomi di membri permanenti: Sofia di Grecia, Bernard Koucher, David Rockefeller, Bernardo d’Olanda, Etienne D'Avignon, Carlo d’Inghilterra. Molti membri e relatori del gruppo Bilderberg rivestono cariche pubbliche e finanziarie importantissime e hanno posizioni di potere e risalto nella comunità europea ed anglo-americana. All’interno del gruppo si possono distinguere due tipologie di partecipanti: membri permanenti e relatori o uditori occasionali...

mercoledì 20 aprile 2011

INDIANI D' AMERICA E BRIGANTI MERIDIONALI


Non c’è dubbio che nel campo delle interpretazioni storiografiche è opportuno evitare atteggiamenti troppo faziosi, dogmatici o apologetici per adottare un approccio possibilmente problematico verso le questioni e i processi storici. Francamente questo spirito libero non c’è nel clima di esaltazione retorica dei 150 anni dell’unità d’Italia.

Con questo articolo so di andare controcorrente per tentare di recuperare la memoria di due esperienze storiche che sono state letteralmente cancellate dalla storiografia ufficiale. Mi riferisco al destino parallelo degli Indiani d’America e di coloro che sono definiti i “Pellerossa” del Sud Italia: i briganti e i contadini del Regno delle Due Sicilie...

PRE-CI-SA-MEN-TE VOI

DI PAOLO BARNARD
paolobarnard.info

Sono a casa del giudice Clementina Forleo, una sera di tempo fa, e la vedo che legge un sms. Mi fa “E’ Travaglio, ancora insulti”. Chi è la Forleo? Semplice: un giudice che aveva messo le mani su D’Alema e compagni, e dopo un attimo l’hanno bruciata viva, schiacciata sotto cento procedimenti disciplinari del CSM, insultata, le hanno dato della pazza, trasferita da Milano a un buco in provincia, cioè: da La Torre a giudicare ladri di telefonini. E non è escluso che abbiano tentato di ammazzarla, una sera di tempo fa mentre rientrava a casa in auto un tizio l’ha letteralmente buttata fuori strada. Sopravvissuta per un miracolo, con la faccia distrutta...

MANGIARE SANO ORA E' UN DISTURBO MENTALE

di Mike Adams, the Health Ranger, NaturalNews Editor
visto su http://www.nopsych.it/558-mangiare-sano-disturbo-mentale


L'industria psichiatrica, nel suo sforzo infinito di trasformare artificiosamente ogni attività umana in "disordini mentali", sta ora propagandando il disordine più ridicolo che abbia mai inventato: il Disturbo del Mangiare Sano.
Non è uno scherzo: se ti focalizzi sul mangiare cibi naturali sei "mentalmente malato" e probabilmente hai bisogno di qualche tipo di cura chimica che includa potenti farmaci psicotropi. Scrive il quotidiano The Guardian: «La fissazione di mangiare sano può essere il sintomo di un grave disordine psicologico» e continua affermando che questo "disordine" è chiamato ortoressia nervosa, una locuzione Latineggiante che significa "preoccupati riguardo il mangiare correttamente"...

TOSSICITA' DEL GLUTAMMATO E DELL' ASPARTAME

Aggiungi didascalia
Mike Adams del sito newstarget.com intervista il dottor Russel Blaylock riguardo la tossicità del glutammato e dell'aspartame. Il sito da cui ho tratto questa intervista si trova qui.
M: Vorrei esplorare alcuni aspetti delle cose sulle quali lei sta lavorando. Credo che i lettori conoscano le basi sia del glutammato che dell’aspartame, ma potrebbe riassumerci quanto è stato scritto sulle eccitotossine?
B: E’ stato scoperto che le eccitotossine aumentano notevolmente lo sviluppo del cancro e delle metastasi. Un ricercatore infatti ha rilevato che, quando le cellule cancerogene vengono esposte al glutammato, diventano più mobili, e si ottiene lo stesso effetto col glutammato monosodico. Anch’esso rende le cellule cancerogene più mobili, e facilita le metastasi...

SIAMO NOI I VERI ASSASSINI DI ARRIGONI

Massimo Mazzucco

Uno degli aspetti più confortanti – all’interno della tragedia rappresentata dalla morte di Arrigoni – è stato vedere come moltissimi, qui sul sito e altrove, abbiano saltato a piè pari la pietosa trappola della “galassia salafita”, e siano andati dritti alla ricerca del vero mandante, che con ogni probabilità è lo stesso Israele.
Anni di duro esercizio, basato sul cui prodest da un lato, e sull’analisi dettagliata delle false flag operations dall’altro, ci hanno insegnato a non guardare i titoli a nove colonne dei giornali, ma a partire dalla fine dell’evento – il beneficiario appunto – per risalire al probabile mandante di tutte le operazioni “oscure” di questo tipo.
Nè peraltro Israele ha mai fatto mistero del notevole fastidio che le procura la presenza di una stampa indipendente in Palestina. Basterà ricordare, ad esempio, il caso di Raffaele Ciriello, il giornalista/fotografo del Corriere ucciso a sangue freddo dai soldati israeliani a Ramallah nel 2002...

L' IKEA ARREDA L' OCCUPAZIONE

DI ADRI NIEUWHOF
electronicintifada.net/

Il 23 giugno scorso l’emittente Swedish Radio ha riportato che il gigante dell’arredamento IKEA in Israele, in maniera discriminatoria, fa consegne agli insediamenti israeliani illegali ma non alle città palestinesi dei territori occupati in Cisgiordania.

Il corrispondente della Swedish Radio in Israele, Cecilia Udden, ha spiegato che stava traslocando nella città palestinese di Ramallah nei territori occupati ed ha chiesto allo staff dell’IKEA israeliana se i suoi mobili potevano essere trasferiti. Ha raccontato che dietro il bancone del negozio c’era una enorme cartina di Israele che non riportava i confini della Cisgiordania, la Striscia di Gaza e le alture del Golan siriane. Sebbene le spese di trasporto dell’IKEA vengono calcolate in base alla distanza, con grande sorpresa della Udden, il trasferimento a Ramallah non era possibile. Tuttavia, il negozio l’ha informata che i mobili potevano essere consegnati ai vari insediamenti israeliani in tutta la zona occupata...